Skip to main content

La consegna dei premi Oscar 2017, che avverrà il prossimo 26 Febbraio, romperà gli schemi a cui siamo abituati e si riconosceranno nuovi formati di comunicazione visiva. Google entrerà per la prima volta nelle classifiche degli aspiranti, con un cortometraggio di realtà virtuale “Pearl”.

Il cortometraggio animato, diretto da Patrick Osborne, è completamente adattato per la visione a 360°. Grazie alle tecnologie immersive, lo spettatore può infiltrarsi a pieno nel pezzo e vivere da dentro la emozionante storia.

La storia della durata di 5 minuti, completamente ambientata in un veicolo, mette sotto occhi dello spettatore la complicata relazione tra padre e figlio, passando attraverso le ambizioni e i sogni dei protagonisti.

La trama e il componente estetico sono egualmente curati, il tutto è accompagnato da un brano musicale che sostituisce il dialogo. Così il cortometraggio non ha bisogno di parole per raggiungere il pubblico mondiale. Non necessita adattarsi a ciascuna cultura per far comprendere il messaggio.

Aldo Ciana

Aldo Ciana

La noia uccide

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.